A+ A A-

Premessa Sguardi Oltre 2017

Sguardi Oltre è una rassegna multidisciplinare nata all’interno di una ricerca che immagina l’abbattimento dei confini fisici e psicologici tra luogo di cura e spazio cittadino.

La manifestazione viene inaugurata nel 2012 da un concerto del Maestro Nicola Piovani nell’Atrio dell’ospedale Forlanini. Le successive edizioni (2013 e 2014) si svolgono sempre nel complesso San Camillo/Forlanini, utilizzando diversi spazi all’aperto e al chiuso (terrazza del DEA, Aula Anatomica, Atrio Forlanini), creando un reale punto di congiunzione tra l’ospedale, il quartiere e la città, di cui rimangono, come ricordo permanente, i graffiti realizzati nella fontana del DEA da Trota (2013).
Nel 2015 Sguardi Oltre, grazie all’incontro con la Cooperativa Conto alla Rovescia e la Scuola di Musica Anton Rubinstein individua la sua sede ideale ai margini del centro cittadino, nell’antica borgata di Settecamini e in particolare nello spazio di Parco Insieme, una bellissima realtà inserita nei progetti riabilitativi del Dipartimento di Salute Mentale della A.S.L Roma B, frequentata sia da utenti del servizio che dal quartiere. In questa nuova dimensione si realizza appieno il senso del progetto: l’uso della cultura come strumento per la coesione sociale e il superamento delle barriere, la valorizzazione e la riscoperta dei luoghi, attraverso la connessione tra arte e tessuto urbano.

Hanno partecipato alle varie edizioni di Sguardi Oltre: Nicola Piovani, Daniela Marazita, Alessandro Minati, Compagnia Excursus, Trota, Elena Bucci, Margherita Vicario, Paola Sambo, Elisabetta Villaggio, Lucia Mascino, Claudia Senatori, Selene Gandini, Carlo Infante, Errare Persona, Sivio Gioia, Theodor Rawyler, Crème & Brulée, Marco Paolucci, Emanuele Avallone, Andrea Cauduro, Gloria Sapio, Maurizio Repetto.